Interviste lezioni
Emilio Garroni
L'estetica come filosofia non speciale
Versione integrale dell'intervista-lezione
Roma, DSE
01/12/1993

La filosofia, osserva Emilio Garroni, ha per oggetto le possibilità dell’esperienza e del sapere; l’estetica, in particolare, è una riflessione sulle possibilità dell’arte, non una teoria dell’arte.


Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche - un progetto di Renato Parascandolo

Giancarlo Burghi

Vittorio Rizzo




La filosofia, osserva Emilio Garroni, ha per oggetto le possibilità dell’esperienza e del sapere; l’estetica, in particolare, è una riflessione sulle possibilità dell’arte, non una teoria dell’arte. Nel Settecento nasce l’estetica e, con essa, il “sistema moderno delle belle arti”. Questa coincidenza si spiega con la nascita della filosofia critica: l’arte infatti è apertura alla totalità. Nella Critica del Giudizio Kant scopre la natura estetica di quel principio di finalità, puramente soggettivo, che permette di costruire leggi empiriche. Garroni si sofferma infine sul problema del senso comune, cioè del senso come condizione e presupposto del significato, e della sua indicibilità.


Italiano