Intervista lezione
Imre Toth
Il Dio euclideo
Dall'intervista "La controversia sulla geometria non euclidea"
Napoli
15/6/1994

Secondo Imre Toth, per il Descartes delle Meditazioni metafisiche non ci sono verità eterne. Le verità (e in particolare quelle della geometria) sono il risultato di una libera decisione di Dio.


Enciclopedia Multimediale Scienze Filosofiche - un progetto di Renato Parascandolo


Renato Parascandolo, Giancarlo Burghi, Silvia Calandrelli, Vittorio Rizzo.




Secondo Imre Toth, per il Descartes delle Meditazioni metafisiche non ci sono verità eterne. Le verità (e in particolare quelle della geometria) sono il risultato di una libera decisione di Dio. Così si espose alle critiche di John Norris di ridurre la geometria a un «almanacco per i naviganti». Evidentemente in quella polemica non erano in ballo soltanto gli assiomi della geometria, ma delle scelte metafisiche ed etiche. www.perlacultura.rai.it